Cheetah Conservation Fund: Gli osservatori addestrati di fauna selvatica cooperano nella cattura di trafficanti.

  • a cura dello staff CCF16 novembre 2023
Fondo per la conservazione dei ghepardi – Osservatori addestrati della fauna selvatica aiutano a catturare i trafficanti di ghepardi

Foto dei cuccioli confiscati scattate sul campo al momento della confisca, Crediti: Cheetah Conservation Fund

HARGEISA, Somaliland – 16 novembre 2023 – Gli osservatori comunitari di fauna selvatica formati dal Cheetah Conservation Fund (CCF) in Somaliland hanno fornito informazioni cruciali che hanno aiutato le autorità di contrasto nei recenti arresti di sei sospetti trafficanti di ghepardi e nella confisca di due cuccioli, di solo 4-5 settimane di età.

Gli osservatori sono stati formati nell’ambito di un progetto finanziato dall’Unione Europea per venire in aiuto alle comunità rurali del Somaliland che possano apprendere la capacità di gestire le proprie risorse naturali in modo sostenibile, compresa la protezione della fauna selvatica e dell’habitat. I partner di CCF nel progetto sono World Hunger Help (WHH), l’Unione Europea (UE) e il Ministero dell’Ambiente e dei Cambiamenti Climatici del Somaliland (MoECC).

Gli osservatori di fauna selvatica delle comunità sono stati formati nell’identificazione delle specie, nella raccolta di dati sul campo e nella navigazione GPS, e sono stati dotati di telefoni cellulari per registrare e inviare informazioni. Le informazioni raccolte contribuiscono a un database nazionale sui reati contro la fauna selvatica che il CCF sta sviluppando insieme al MoECC.

La fondatrice e direttrice esecutiva del CCF, la Dott.ssa Laurie Marker, ha affermato che “il programma di osservazione della fauna selvatica è un elemento chiave del nostro lavoro con le comunità del Somaliland per fermare il commercio illegale di ghepardi. Lavorare in collaborazione con le comunità, i partner governativi come il MoECC e le organizzazioni della società civile per affrontare il problema del commercio è fondamentale. Il CCF si sta attualmente prendendo cura di quasi 100 ghepardi confiscati ai trafficanti. Molti altri ghepardi non sono sopravvissuti al bracconaggio e al traffico per soddisfare la domanda di animali esotici, esercitando così una forte pressione sulla popolazione selvatica nella regione del Corno d’Africa”.

I ghepardi sono i grandi felini più a rischio dell’Africa: ne restano solo circa 7.000 in natura.

I ghepardi, elencati nell’Allegato 1 della Convenzione per il commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), vengono illegalmente rimossi dalla natura selvaggia nel Corno d’Africa per rifornire il commercio illegale di animali domestici. Dal 2011, il CCF assiste il governo del Somaliland nella cura dei ghepardi sottratti ai trafficanti, e nella formazione e nello sviluppo di capacità per le forze dell’ordine e la magistratura, nonché per le comunità locali.

I cuccioli, chiamati Amina e Miss Behave, sono in buona salute presso il Centro di ricerca e conservazione dei ghepardi del CCF a Geed Deeble, Somaliland. Il 15 novembre 2023, i cuccioli sono comparsi in tribunale per “testimoniare” contro i trafficanti accusati.

I due cuccioli sono ora assistiti dal team della CCF a Geed Deeble presso il Cheetah Rescue and Conservation Center (CRCC), Credit: Cheetah Conservation Fund
I cuccioli sono stati confinati dai trafficanti all’interno di una scatola di cartone nel bagagliaio di un’auto.
Uno dei cuccioli confiscati dopo la valutazione e le cure veterinarie, Crediti: Cheetah Conservation Fund